Tassa per l'abilitazione all'esercizio professionale.

 

L'articolo 190 del Testo unico approvato con R.D. 31 agosto 1933, n. 1592, prevede il pagamento di una tassa a carico di coloro che conseguono l'abilitazione all'esercizio professionale.

La tassa deve essere pagata da chi ottiene l'abilitazione all'esercizio di una professione e ha conseguito il titolo accademico in una Università che ha sede legale in Calabria, da dimostrarsi all'atto della consegna del titolo di abilitazione ovvero, per le professioni per le quali non si fa luogo al rilascio del titolo, all'atto di iscrizione nell'albo o nel ruolo professionale.

Ai sensi dell'art. 20, comma 5,  della L.R. n. 69/2012 "La tassa prevista dall'art. 190 del T.U. sull'istruzione superiore approvato con R.D. 31 agosto 1933, n. 1592 a carico di coloro che conseguono l'abilitazione all'esercizio professionale, con la presente legge, diviene tributo proprio della Regione Calabria, a norma dell'art. 121 del D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616. L'ammontare della tassa, a decorrere dal 2013, è fissato in euro 103,29, e viene corrisposto per una sola volta mediante versamento da effettuare con apposito bollettino postale riportante l'indicazione della causale e dell'anno di riferimento"

La corresponsione della tassa, il cui ammontare è di euro 103,29 (a decorrere dal 2013), avviene mediante versamento su apposito conto corrente postale n. 17322884, intestato a: "Regione Calabria – Servizio di Tesoreria" Viale Europa, 88100 Catanzaro CZ, con la causale: tassa di abilitazione esercizio professionale (specificare la professione).

Si ricorda, inoltre, che, secondo la normativa vigente (DPR 28/12/2000 n. 445), è possibile dichiarare il conseguimento dell'abilitazione mediante autocertificazione. Tuttavia, la suddetta norma non dispensa affatto gli abilitati dal versamento della relativa tassa regionale, obbligatoria e soggetta a verifica da parte dell'ordine professionale cui ci si intende iscrivere.