Tassa automobilistica

La tassa automobilistica ( "bollo auto") è dovuta dal proprietario in ragione del possesso del veicolo. Fa eccezione il caso della locazione finanziaria, tuttavia, per il quale l'obbligo di pagamento è in capo all'utilizzatore. Lo stesso dicasi in caso di usufrutto e di acquisto con patto di riservato dominio: in questi casi l'obbligo di pagamento è a carico dell'usufruttuario e dall'acquirente. In un limitato numero di casi (ciclomotori, minicar), la tassa è dovuta in ragione della circolazione su aree e strade pubbliche.

Alla Regione Calabria compete l'intera gestione del tributo, dalla riscossione, all'accertamento, al recupero, ai rimborsi e al contenzioso (articolo 17, comma 10 della legge n. 449 del 1997).

I contribuenti residenti sul territorio calabrese hanno come interlocutore l'ufficio Tributi articolato in tre servizi provinciali:

  • Catanzaro, con competenza per i contribuenti residenti in provincia di Catanzaro ed in provincia di Crotone;
  • Cosenza, con competenza per i contribuenti residenti in provincia di Cosenza;
  • Reggio Calabria, con competenza per i contribuenti residenti in provincia di Reggio Calabria e Vibo Valentia.

La tassa automobilistica è dovuta periodicamente, di anno in anno, sulla base del possesso del veicolo e indipendentemente dall'utilizzo del medesimo. Il possesso è presunto in base a quanto risulta dal pubblico registro automobilistico (PRA) per tutti i veicoli soggetti alla iscrizione in tale registro (mentre per i pochi casi di veicoli non iscritti nel Pra, fa fede il registro di immatricolazione tenuto dagli uffici della Motorizzazione).

Clicca qui per accedere al servizio