Imposta regionale sulle concessioni dei beni del demanio marittimo

L'art. 59 del DPR  24 luglio 1977 n. 616 così dispone " sono delegate alle regioni le funzioni amministrative sul litorale marittimo, sulle aree demaniali immediatamente prospicienti, sulle aree del demanio lacuale e fluviale, quando l'utilizzazione prevista abbia finalità turistiche e ricreative.

Le regioni oltre a predisporre un piano di utilizzazione delle aree del demanio marittimo provvede al rilascio e al rinnovo delle concessioni demaniali marittime e determinano l'ammontare dell'imposta in misura non superiore al triplo del canone di concessione.

Le concessioni in uso esclusivo dei beni del demanio marittimo sono sottoposte a canoni differenti a seconda che si tratti di utilizzazioni per fini turistico - ricreativi o per nautica da diporto.

Si pubblica la Circolare n. 76 – Serie II – Demanio Marittimo – Titolario: 19.01.01 inerente l'estensione della prestazione cauzione ex art. 17 Reg. Cod. Nav. – Anno 2016 da parte della Assobalneari Italia

Si pubblica la Circolare n. 75 e 77 - Serie II - Demanio Marittimo - Titolario: 19.01.01 inerente l'estensione della prestazione cauzione ex art. 17 Reg. Cod. Nav. - Anno 2016 da parte di FEDICOP, F.I.B.A., FEDERBALNEARI SERVICE, S.I.B, I.T.B. ITALIA 

Si pubblica la Circolare n. 80 – Serie II – Demanio Marittimo – Titolario: 19.01.01 inerente l'estensione della prestazione cauzione ex art. 17 Reg. Cod. Nav. – Anno 2017 da parte della Assobalneari Italia